Il cielo

Caro amico lettore,

l’ultima volta ti avevo parlato della pratica della passeggiata, ricordi? Bene,  se hai seguito il mio consiglio, in questo momento non puoi leggere questo articolo : sei nel bel mezzo di un viale alberato, con il sole che ti scalda e gli uccellini che cantano:  trallallallà. Se invece non mi hai ascoltato, ecco che ti sforno un altro incentivo a indossare scarpe e cappotto e ad uscire di casa!

Ci troviamo nella stessa situazione dell’altra volta: devi staccare di nuovo gli occhi dal computer e cominciare quella lunga peregrinazione che ti porterà fino alla finestra. Una volta raggiunta, guarda al di fuori di essa: al di sopra del mondo, quella cosa 3D di cui ti ho parlato l’altra volta, c’è una strana cosa a due dimensioni. Pare sia una cosa proprio bella: ha un colore che ricorda quello di facebook ( quello è il blu) , ma non è così omogeneo: vi sono migliaia di sfumature, e tutto è inondato dalle striature dorate del sole. Ebbene, caro lettore, questa cosa meravigliosa è detta cielo!

Noterai che la risoluzione grafica della tua finestra non è un granché: forse è un po’ sporca ed  il cielo si vede a tratti tra cornicioni e antenne. Non c’è altra soluzione. Per ammirarlo degnamente, bisogna scendere di casa! ( se non ti ricordi bene come si fa, dai un occhiata all’articolo precedente: è tutto spiegato chiaramente)

Non sempre il cielo è blu come quello di cui ti ho parlato: ci sono anche giornate in cui esso è decisamente grigio ( purtroppo non ho a disposizione nessun social network per descriverti questo colore). Le cose che lo rendono tale sono dette nuvole, ed il cielo coperto da esse non è troppo piacevole a vedersi. Conserva ancora qualche tratto di magnificenza, però.
Quando ci sono le nuvole è probabile che tu ti senta un po’ bagnato, mentre cammini per strada: se non te la sei fatta addosso, e se nessuno ti ha inzuppato con un secchio d’acqua ( controlla rapidamente queste due cose) allora è colpa della pioggia: solo i passeggiatori più esperti osano affrontarla!

Spero di averti affascinato con questa storia del cielo. Ti voglio dare un ultimo consiglio: ogni volta che esci di casa, getta un occhiata verso l’alto, giusto per vedere se è ancora lì. Io lo faccio sempre, e ne traggo sempre giovamento. Ti assicuro che il cielo è una delle cose più affidabili di cui si abbia notizia: non è mai fuggito via, da quando lo conosco.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...